B&B Il Giardino di Enea... ad un passo da Trapani

Il B&B ”Il giardino di Enea“ vi dà il benvenuto nel cuore pulsante della Sicilia, dove il mito s’intreccia con la natura. Immerso in uno splendido giardino, in posizione tranquilla e rilassante e nello stesso tempo comodo per raggiungere il centro storico. La vicinanza al mare, raggiungibile anche a piedi, la trasforma in un ottimo punto di partenza per visitare importanti località turistiche e balneari della provincia o per effettuare percorsi cicloturistici. ”Il giardino di Enea”, di recente realizzazione, offre un’atmosfera elegante ed accogliente. Ideale per chi voglia trascorrere un piacevolissimo soggiorno, e gustare le prelibate colazioni con dolci fatti in casa. La struttura è inserita in un contesto ambientale tipicamente mediterraneo, caratterizzato da piante di agrumi, piante di ulivo e alberi da frutta. Il B&B è dotato di un ampio soggiorno recentemente ristrutturato e arredato con gusto moderno dove vengono servite le colazioni.

  • Storia di Enea

    Nato dall'unione tra Anchise e Afrodite, trascorse l'infanzia e la prima giovinezza sul monte Ida, sul quale si appartò poi a vivere serenamente col padre Anchise, la moglie Creusa e il figlioletto Ascanio, nei primi tempi della guerra di Troia, alla quale egli, amante della pace, era contrario. Ma fu costretto a prendere le armi per difendere se stesso e la vita dei suoi cari il giorno che arrivò sull'Ida Achille con i suoi Mirmidoni. Con un gruppo di compagni tentò di opporsi ai nemici combattendo, finché la madre Afrodite gli mostrò l'inutilità del suo gesto, rivelandogli che il destino gli affidava un compito molto più importante: cercare la salvezza e un futuro in una nuova patria, portandovi i Penati di Troia. Così l'eroe lasciò la città ancora in fiamme, insieme al padre, al figlioletto Ascanio, lasciando tra le ceneri di Troia, con estremo dolore, la moglie Creusa. Molte furono le tappe del viaggio, pieno di avventure, contrattempi, episodi dolorosi, avvenimenti prodigiosi. Una delle più importanti mete fu la Sicilia: ivi, Enea, approdando a Drepano (Trapani) sotto il monte Erix (Erice), a poche centinaia di metri da qui, benevolmente accolto dal re Aceste, ebbe il dolore di perdere il padre Anchise, indebolito dalle fatiche del viaggio; sepolto il padre riprese il mare, ma di nuovo una violenta tempesta fece smarrire la rotta alle navi e le sospinse sulla costa dell'Africa. Ivi approdato, Enea si diresse verso la città giungendo fino al trono della regina Didone chiedendo ospitalità. La Regina accolse con benevolenza le preghiere di Enea e degli altri naufraghi e li ospitò nel suo palazzo. Subito attratta dall'eroe troiano, Didone concepì per lui una profonda passione e insieme la speranza che egli rimanesse a dividere con lei il fardello del comando; d'altra parte anche Enea si sentì legato da un fortissimo sentimento a quella donna coraggiosa, che gli fece dimenticare il dovere impostogli dagli dei della ricerca di una nuova patria; Giove allora mandò Mercurio a ricordargli il suo destino, ed egli dovette dire addio alla Regina. Didone tentò in ogni modo di trattenerlo, ma alla fine, di fronte alla sua decisione irrevocabile, presa dalla disperazione al pensiero di un futuro quanto mai triste, si tolse la vita. L'eroe troiano e i suoi compagni, partiti alla volta dell'Italia, fecero prima una breve tappa in Sicilia, ad Erice, per rendere gli onori funebri ad Anchise, colà sepolto, poi arrivarono finalmente in Italia, approdando sulle rive del Tevere e qui avvenne un prodigio: le navi si tramutarono in ninfe e si allontanarono in mare, e da ciò Enea comprese di essere arrivato nel luogo designato dagli dei, dove le sue peregrinazioni sarebbero finite. Fu accolto con tutti gli onori da Latino, re della città di Laurento, che gli offerse in sposa la figlia Lavinia, seguendo i segni divini che gli avevano profetizzato necessario tale matrimonio. Questa la storia del " pius Aeneas " - di questo eroe che, pur non amando la guerra, combatté per difendere la sua antica e la sua nuova patria, che si mostrò sempre ossequioso verso gli dei, premuroso verso la famiglia, rispettoso delle leggi divine ed umane, e soprattutto affrontò sempre la vita con un grande senso di responsabilità, volendo portare a termine ad ogni costo i compiti che il destino gli aveva affidato.
Didone
Camera doppia con letti separati, ideale per accogliere parte di una famiglia con figli. Molto ampia con grande finestra e grande bagno fornito di tutti…
Giunone
Camera matrimoniale ampia e luminosa con bagno privato interno. Nella sua semplicità è dotata di tutti i confort: dall'aria condizionata al phon, dalla cassaforte al…
Afrodite
Camera matrimoniale molto ampia, particolarmente arredata, ideale per lunghi soggiorni. Bagno privato interno dotato di tutti i confort, la grande finestra che si affaccia sulla…
Lavinia
Camera matrimoniale con bagno privato, dedicata all'ultima moglie di Enea, particolarmente arredata. I mobili vicini all'arte povera, il letto in ferro battuto, la particolarità della…
Creusa
Camera tripla - matrimoniale + letto singolo - molto ampia, ideale per famiglia o gruppo. Bagno privato interno con phon, spazzolini monouso, cuffiette, ecc. Ampiamente…

Inoltre B&B Il Giardino di Enea dispone di...

Accesso Disabili

Connessione WiFi

Parcheggio Auto

Deposito Bagagli

Giardino

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.