Camera Afrodite

Camera matrimoniale molto ampia, particolarmente arredata, ideale per lunghi soggiorni. Bagno privato interno dotato di tutti i confort, la grande finestra che si affaccia sulla strada, dona alla camera una luce particolare. Armadio a due ante, frigobar, cassaforte ,baule portavaligia, grande specchio e scrittoio, rendono ancora più confortevole questa camera dedicata alla Dea dell'amore.

In tutte le Camere del B&B

Aria Condizionata

Televisore

Mini Frigo

Creme Bagno e Spazzolino

Asciugacapelli

  • Afrodite nella mitologia

    Dea greca dell’Amore, della bellezza e dell’arte, figlia di Zeus e di Dione, Afrodite corrisponde alla Venere dei romani, ed è considerata da tutti, divini e mortali, la più bella tra le Dee, vero simbolo dell’Amore. In occidente, il culto di Afrodite ebbe il suo maggiore centro in Sicilia sul monte Erice, dove esisteva un santuario punico dedicato a Tanit, ove si praticavano riti di fecondità e, pare, anche la prostituzione sacra. Si racconta che, nei tempi più remoti, Zeus si adirò con Afrodite, la quale non aveva ancora sposato Efesto, perché questa dea si divertiva a farlo invaghire di donne mortali. Un giorno, dunque, Zeus perse la pazienza e dichiarò che anche Afrodite sarebbe andata sposa a un mortale: suo marito sarebbe stato un pastore che viveva sulle pendici del monte Ida, in Asia Minore, nella regione di Troia: Anchise. Afrodite, rimasta sedotta dalla sua straordinaria bellezza, dopo averlo scorto a compiere il suo lavoro, decise di ottenere subito i suoi favori. Una notte, mentre egli giaceva nella sua capanna da mandriano, la dea assunse l'aspetto di una comune mortale e sotto tale travestimento giacque con lui in un giaciglio di pelli animali. Solo al sorgere dell'alba Afrodite rivelò all'uomo la sua vera natura, allorquando gli predisse la nascita di un bambino - Enea - che sarebbe stato capace di regnare sui Troiani, acquistando un potere straordinario che si sarebbe mantenuto anche con i suoi discendenti. Secondo la leggenda, alcuni giorni dopo, Anchise si trovava presso una locanda in compagnia dei suoi amici quando, stordito dall'ebbrezza, si vantò del suo amore con la Dea e Zeus, udita la temibile vanteria, gli scagliò una folgore che lo rese zoppo e curvo.

Altre camere del B&B

  • Lavinia Camera matrimoniale con bagno privato, dedicata al...
  • Didone Camera doppia con letti separati, ideale per accog...
  • Giunone Camera matrimoniale ampia e luminosa con bagno pri...

Inoltre B&B Il Giardino di Enea dispone di...

Accesso Disabili

Connessione WiFi

Parcheggio Auto

Deposito Bagagli

Giardino

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.